Friday, August 18, 2006

Traversata delle Ande A/R

In terra sudamericana da una sola settimana, abbiamo accumulato nelle ossa un bel po' di migliaia di km su vari mezzi, dal bus superlusso con sedili in pelle umana e hostess strafiga al colectivo polveroso su cui ho perso gli occhiali (questa per ora l'unica vera sfiga del viaggio, ma forse pachamama me li ritrova e me li fa avere a la paz, sperem).

IMG_6134

Dicevo tremila km mas o meno, credo, da BA a Salta e da Salta a San Pedro de Atacama e da San Pedro a Uyuni in Bolivia dove siamo ora.
Terra di confine, vento e polvere e cielo e treni che sembra un set di Kaurismaki, anche per il freddo cane che fa.

Alojamento muj basico

Abbiamo toccato quota 5000 mt per entrare in Cile, bagnato le mani gelate nel vapore dei geyser, dormito in un rifugio "muy muy basico" a quota 4200 con davanti un algo rosso sangue pieno di fenicotteri e vulcani, vulcani, vulcani.
Licancabur e Valle della Luna

Abbiamo tremato di fronte al Land Cruiser impantanato in un acquitrino con l'acqua fin sopra le ruote, abbiamo goduto di un pisciolino di doccia calda che ci sembrava gia´l'hilton, e attraversato il mare di sale piu grande del mondo, questo salar de uyuni da cui scrivo che e' una poesia della terra.

Siamo stanchi, claro.
ma felici, oggi in un baretto di Uyuni quando alla radio passava mirror for the sun dei rhcp a momenti scoppio a piangere perche' e' cosi' che siamo, abbiamo occhi che riflettono il sole e niente altro.

In contemplazione

(PS: qui non c'e acqua. quindi non cè`doccia e non cè`wc. manco a parlarne del riscaldamento. una camera senza finestre e quindi senza spifferi vale oro.)

2 Comments:

Anonymous arx said...

mi sembra quasi di vedervi :)

8:59 pm  
Anonymous arx said...

mi sembra quasi di vedervi :)

8:59 pm  

Post a Comment

<< Home